Le voci, Albertini: “Il Milan ha poche chance di battere la Juve”

Le voci, Albertini: “Il Milan ha poche chance di battere la Juve”

L’ex centrocampista rossonero ha parlato della finale di Coppa Italia, dello sfogo di Brocchi e anche di Locatelli

MILANO – Demetrio Albertini ha parlato della finale di Coppa Italia all’interno della trasmissione 4-4-2. “Il Milan ha poche chance di battere la Juve, anche se, a essere onesti, non sempre la squadra migliore vince la finale. Io con il Milan ho vinto una Coppa Campioni contro il Barcellona quando eravamo sfavoriti e ne ho persa una con il Marsiglia da favoriti. Tiferò per loro“. Poi sullo sfogo di Brocchi. “Qualche volta usciva qualcosa anche dal nostro spogliatoio ma credo che bisogna capire il senso dello sfogo e della sfuriata del tecnico: penso che Brocchi abbia messo in dubbio l’amor proprio di fare il calciatore e ha voluto puntare sul fatto di scendere in campo con la voglia. Non conosco le difficoltà all’interno dello spogliatoio del Milan, nel calcio sicuramente la confusione genera confusione e quando c’è caos il calciatore sceglie sempre la strada più comoda e si nasconde dietro a degli alibi. Lo spogliatoio deve tenere fuori le difficoltà societarie“.

IL ‘NUOVO ALBERTINI’ – In molti vedono in Locatelli l’erede di Albertini: “Va tutto contestualizzato a livello temporale, io quando ho iniziato ho avuto la fortuna di avere in squadra grandi campioni che mi hanno aiutato moltissimo nei momenti di difficoltà. Mi auguro che si voglia far crescere questo ragazzo, lui come altri ragazzi dei settori giovanili perché secondo me ci sono tanti ragazzi italiani bravi ma spesso si preferisce andare a prendere giovani stranieri. A Locatelli auguro di vincere molto in carriera“. Battuta conclusiva sulla finale di Champions League: “Sono stato invitato a San Siro dai miei amici dirigenti dell’Atletico Madrid e tiferò sicuramente per i Colchoneros“.

ilmilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy