L’AVVERSARIO DI DOMENICA – Angolo tattico

L’AVVERSARIO DI DOMENICA – Angolo tattico

Il Sassuolo schiera Defrel titolare nel 4-3-3

MILANO – In vista della sfida di domenica prossima Eusebio Di Francesco ha un’arma in più: Gregoire Defrel. L’ex attaccante del Cesena ha cominciato la sua esperienza in nero verde con il freno a mano tirato. Un infortunio e il cambio di posizione voluto dall’allenatore del Sassuolo ne avevano minato la titolarità, il francese si era, infatti, visto superare nelle gerarchie dai compagni di reparto. Ora però le cose sono cambiate e Defrel è tornato al goal con una facilità estrema. Prima una doppietta contro l’Empoli e lunedì il goal del raddoppio all’Olimpico.

4-3-3 vs 4-4-2? Berardi nonostante un affaticamento muscolare dovrebbe essere della gara per cui Di Francesco schiererà il canonico tridente offensivo riproponendo Defrel nel ruolo di punta centrale. Il francese però ha molte delle caratteristiche dell’esterno, ruolo in cui tra l’altro giocava. Sarà proprio questa adattabilità nel cambiare ruolo che potrà mettere in difficoltà i rossoneri. Storicamente il Milan nella prima parte di stagione ha sofferto il 4-3-3, con la difesa che finiva con l’allargare le maglie e concedere troppi spazi. È un copione che è stato visto molte volte, spicca senz’altro la sconfitta in casa contro il Bologna. Da quando Mihajlovic è però passato al 4-4-2 la solidità difensiva è migliorata e l’aiuto degli esterni offensivi in fase di copertura è stato fondamentale. Il Sassuolo è una squadra che macina gioco  e in questo momento, a causa degli infortuni, il Milan potrebbe addirittura modificare il proprio schema passando a una difesa con tre centrali. Il cambio modulo potrebbe garantire più copertura rispetto all’attacco neroverde, che tende a non lasciare punti di riferimento, e  permettere a Bonaventura e Honda di dedicarsi di più alla fase offensiva per sostenere Bacca, unica punta.

Niente vice Niang? Al momento i sostituti dell’attaccante francese non stanno dando le adeguate garanzie e proprio per questo Mihajlovic ha parlato di un’eventuale difesa a tre. Un’altra possibilità consisterebbe nello spostare Bonaventura o Honda dietro Bacca e schierare Kucka come esterno.

Di Francesco Maiocchi

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy