LA SFIDA – Higuain vs Bacca: è scontro fra titani

LA SFIDA – Higuain vs Bacca: è scontro fra titani

Sfida nella sfida: Napoli-Milan è anche Higuain vs Bacca.

Non è solo Napoli-Milan. E’ soprattutto lo scontro fra due titani. Da una parte il re della Serie A, Gonzalo Higuain, dall’altra il trascinatore rossonero Carlos Bacca. Tutti i riflettori saranno puntati ovviamente su loro due. E’ una sfida nella sfida a suon di gol e record infranti.
NUMERI DA CAPOGIRO Dominatore solitario della classifica capocannonieri, Higuain è avviato verso numeri senza precedenti. Ben 24 le reti realizzate, che hanno permesso alla banda Sarri di continuare a cullare il sogno scudetto. Senza i gol de “El Pipita”, gli azzurri hanno appena racimolato la miseria di 7 punti, frutto di una vittoria e quattro pareggi. Insomma, se non segna lui, il Napoli non va.
Non batterà il record di gol in Serie A, ma i numeri di Bacca parlano da soli: 13 reti in campionato (più due in Coppa Italia) con una media realizzativa spaventosa pari al 34%, addirittura il secondo nei maggiori cinque campi dietro a Sanabria dello Sporting Gijon (35.1%). Le sue perle hanno fruttato al Milan ben 17 punti, meglio di lui hanno fatto Dybala (19) e proprio l’attaccante partenopeo con 34 punti.
Quello che più sorprende dell’attaccante colombiano è l’incredibile capacità di essere cinico e freddo sotto porta. In campionato, 10 dei 13 gol totali, sono arrivati con il primo tiro verso lo specchio. Un dato che non può essere semplicemente frutto del caso, e che rende l’ex Siviglia un cecchino infallibile.

STORIE OPPOSTE La capacità di fare gol li accumuna ma di certo non le loro origini. L’argentino, fin dai tempi delle giovanili del River Plate,era considerato come una promessa, un talento purissimo del calcio sudamericano. Il tempo lo poi ha confermato: il Real Madrid lo scovò portandolo in Europa, strappandolo proprio al Milan per una cifra intorno ai 15 milioni di euro, per un ragazzo di appena 19 anni. In Spagna si toglie la soddisfazione di portare a casa tre campionati, due Supercoppa spagnole, e una Coppa del Re.
Tutta in salita la strada di Bacca. In patria non riusciva a sfondare, per mantenersi lavorava come pescatore insieme al padre. Poi l’arrivo in Belgio, al Bruges. Nel campionato belga si trova a proprio agio, le difese sono tutt’altro che solide e per lui è un gioco da ragazzi segnare ed emergere. Il suo nome arriva dritto sul taccuino degli osservatori del Siviglia, che nel luglio del 2013, lo portano in Liga per 13 milioni di euro. In Andalusia la consacrazione: 35 gol in 74 partite giocate e la conquista di due Europa League.

PARLERA’ IL CAMPO Ed eccoli uno contro l’altro. Bacca ha già lanciato la sfida, promettendo di segnare alla prima occasione che gli capiterà. Higuain, a secco da due gare, sa che dovrà caricarsi sulle spalle tutta la responsabilità di un sogno inseguito da una città intera.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy