La parola ai tifosi: “Torniamo a sognare”

La parola ai tifosi: “Torniamo a sognare”

La nostra rubrica dedicata ai veri rossoneri

MILANO – Avete sognato di poter dire la vostra sul Milan? Da oggi potete farlo con IlMilanista.it. Scriveteci sulla nostra pagina Facebook e i migliori potranno essere pubblicati. Ecco la lettera di un tifoso rossonero.

“In Estate è arrivato l’annuncio ufficiale per l’accordo preliminare di vendita della società A.C. Milan a una cordata Cinese. Molti hanno stappato bottiglie di spumante ormai stanchi delle stagioni negative, “almeno così Berlusconi finisce di rovinare il Milan”… ma il Milan senza Silvio Berlusconi non sarebbe mai stato il Milan. Tante amarezze negli ultimi anni dopo essere stati sul tetto del mondo, ma evidentemente molti “tifosi” hanno la memoria corta.
È palese che alcune strategie gestionali e prettamente di mercato del sig. Galliani non hanno funzionato, ma si era comunque presa una strada di ridimensionamento, nella fatidica estate in cui vengono ceduti Ibra e Thiago Silva, e con gli addii di Nesta Zambrotta Van Bommel Gattuso Inzaghi, a seguire anche Seedorf e Ambrosini… un cataclisma seguito da scommesse, anche perchè giovani in quella rosa, a parte Pato, pronti per essere lanciati non ce n’erano, anche quello è stato un grande errore.
Galliani avrà sicuramente delle colpe, prima e dopo quella stagione, che si era chiusa al secondo posto, e a cui faceva seguito una annata incredibile conclusa da Allegri al terzo posto in maniera quasi miracolosa. Allegri, quello definito da tutti come un incompetente. Allegri lancia, oltre a Niang e De Sciglio,anche Cristante ed El Shaarawy, da spazio a Saponara a Merkel, ma per loro i tifosi hanno poca pazienza, li fischiano e dopo poco tempo sono altrove. Inzaghi pur di non dare spazio a Cristante fa giocare Poli Essien De Jong e Muntari, ecco cosa vuol dire non essere aziendalista.
La squadra di Sinisa, abbastanza rivoluzionata dal mercato, è realmente competitiva, sul campo con le grandi fallisce
raramente nelle prestazioni, ma Sinisa stranamente è un eroe, il suo gioco non convince e i risultati con le
piccole non arrivano, un difensivista che non ha ben chiaro cosa è il Milan.

 

La squadra era forte realmente, ma nel tifoso si fa largo l’idea che anche quell’anno la rosa fosse scarsa. Ormai il pessimismo e la voglia di prendersela con gli altri è troppo forte. Non posso puntare il dito contro il tifoso medio del milan, con cui sono sempre in contrasto, ma almeno ha la mia stessa fede..ho letto che il Milan all’europeo aveva pochi convocati, contemporaneamente sentivo parlare dei giovani che non giocano in A, poi ti ritrovi Donnarumma a casa con Romagnoli, e un Bernardeschi qualsiasi al posto di Bonaventura. La partita di domenica ha conclamato un semplice concetto… Il Milan è la squadra che si è rafforzata in maniera inequivocabile di più in serie A, perché dopo Allegri, è riuscita finalmente a prendere un grandissimo allenatore. La squadra, formata praticamente con gli stessi giocatori della passata stagione, ha dimostrato che anche loro sanno giocare a calcio, allora come mai con Sinisa questo non si è mai visto? Come mai Bacca fa tripletta per la prima volta dopo un anno in cui toccava una palla a partita? De Sciglio, che il tifoso avrebbe venduto già da un po’ insieme a Niang sono ricercati da mezzo mondo.
Il mio invito alla tifoseria è chiaro e palese, stringiamoci forte, riprendiamo a sognare, torniamo a tifare Milan,  stiamo tornando, a gennaio si farà mercato, nel frattempo, al di là dei risultati godiamoci un Milan che finalmente propone gioco, e sosteniamo i nostri giovani, che siano liberi di sbagliare. Ho visto sbagliare anche Maldini e Montella esultare 3 volte in un derby contro Nesta, riviviamo la nostra passione come merita di essere vissuta, in tutto ciò: GRAZIE SILVIO”.

LEGGI ANCHE MAXI OFFERTA PER ROMAGNOLI

LEGGI ANCHE DONNARUMMA EROE SOCIAL

LEGGI ANCHE LE PAROLE DELL’AGENTE DI BACCA

IlMilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy