Juve in HD? Il Milan vede il paradiso in 4K

Juve in HD? Il Milan vede il paradiso in 4K

Locatelli porta il Milan in paradiso e ora tutto

MILANO – Milan-Juventus inizia a ritmi pirotecnici. Il Milan sembra timoroso, ma è solo l’impressione iniziale perché bastano pochi minuti e i padroni di casa si rendono subito pericolosi con Suso e Niang. I rossoneri provano a sfruttare le fasce allargando così le maglie della difesa ospite mentre i bianconeri mettono in difficoltà  grazie ai tagli in mezzo e cross dalla trequarti. I ritmi sono molto alti e chi paga di più sembra essere Locatelli impreciso in più di un’occasione.

Ripartenze, Gigio e De Sciglio – L’occasione più ghiotta ce l’ha la Juve con Dybala e Higuain che fraseggiano bene. I rossoneri sono molto aggressivi e in più di un’occasione riescono a ripartire in velocità. Mattia De Sciglio è quello in versione Nazionale e sulla sua fascia lotta e combatte con Dani Alves, uscendo vittorioso più di una volta. La Juve trova la rete del vantaggio, ma l’arbitro annulla ingiustamente per un fuorigioco di Bonucci che non c’è sulla punizione di Pjanic. Gigio comunque non impeccabile nell’occasione.

La ripresa – È ancora una volta la Juve che riparte forte e il gol annullato non sembra aver avuto risvolti emotivi sulla squadra ospite. Cuadrado è più incisivo di Dybala uscito per infortunio e la sua velocità crea non pochi grattacapi. Col passare dei minuti il Milan tende a schiacciarsi, ma la Juve fatica a trovare lo spazio giusto. I rossoneri provano a sfruttare le ripartenze. Bene Niang con la sua velocità, decisamente male Suso che non supera mai Benatia. Bravi i rossoneri a spezzare il ritmo.

L’eurogol – Credete nei predestinati? Beh ora dovete crederci per forza. Suso serve Locatelli al limite dell’area. Tiro all’incrocio e seconda perla in Serie A. Ancora più bello di quello contro il Sassuolo. Questa volta altro che lacrime.

Esce Niang – Niang si fa male e Montella coglie l’occasione per dare ancora più densità al centrocampo. Entra Poli e il Milan ovviamente tenta di difendere il risultato per i 20 minuti restanti. Allegri ci prova, mette dentro Mandzukic al posto di Benatia passando al 4-1-4-1. Il Milan però a spirito e voglia di portare a casa i 3 punti. Non c’è pallone su cui non ci sia un rossonero e gli ospiti faticano parecchio a rendersi pericolosi.  Montella vuole a tutti i costi i 3 punti e inserisce Gomez per Locatelli. Il Milan alza il fortino per gli ultimi minuti.

Fortino – La Juve attacca e il Milan difende. Minuti di sofferenza con la stanchezza che si fa sentire. I calci d’angolo si moltiplicano, ma i rossoneri non mollano. Niente paura e il sogno si concretizza minuto dopo minuto. Rizzoli da 5 minuti di recupero e Montella inserisce anche Lapadula per provare ad alzare la squadra. Khedira prova la perla all’ultimo istante, ma Donnarumma è magico. Miracolo e palla in angolo. Alla fine arriva il triplice fischio. Il Milan è in paradiso e ora tutto è possibile. Intanto c’è la sentenza sulla Juventus…

LEGGI ANCHE LAPADULA PARLA DEL SUO ADDIO

LEGGI ANCHE LE PAROLE DI NESTA SU MILAN JUVE

LEGGI ANCHE LE PAROLE DI PIRLO SU MILAN JUVE

IlMilanista.it

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy