José Mauri: “Era pesante stare sempre in panchina”

José Mauri: “Era pesante stare sempre in panchina”

L’ex Parma è stato premiato come ‘Rivelazione dell’anno del Milan’

MILANO – José Mauri, presente al San Siro Gentleman, è stato premiato come ‘Rivelazione dell’anno del Milan’: “Indossare questa maglia è sempre bello. Posso dare di più, ma sento la fiducia dell’allenatore e dell’ambiente“, ha dichiarato l’ex Parma che con l’approdo di Brocchi in panchina è diventato titolare: “Spero di poter far bene anche in Coppa Italia, di poter dare di più alla squadra. Sono molto orgoglioso di giocare adesso e per me era una sconfitta pesante stare sempre in panchina. Prima o poi sapevo che avrei giocato, ma purtroppo la ruota è girata solo per me, non per il Milan“, ha poi aggiunto il classe 1996.

IN DISPARTE – Quasi inevitabile che poi il discorso si spostasse su Mihajlovic: “Perché non ho giocato con lui? Un perché c’è sempre, ma bisogna guardare avanti. Con il tecnico serbo non ho mai avuto un problema e in allenamento ho sempre dato il massimo. Questa domanda bisogna che la facciate al mister“. Il 21 aprile si giocherà la finale di Coppa Italia: “Sarà una partita che non salverà la stagione e spero di essere titolare. Se farò una buona gara, sarò più dentro che fuori dal Milan. Contro la Juve però non sarà facile. Il sesto posto? Stiamo bene, ma non dipende più da noi: se il Sassuolo le vince tutte, gli faremo un applauso. Ora però dobbiamo pensare a queste due partite e alla finale“.

ilmilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy