Il Milan chiude il 2015 con il sorriso: vittoria in rimonta 4-2 a Frosinone

Il Milan chiude il 2015 con il sorriso: vittoria in rimonta 4-2 a Frosinone

LA PARTITA – Il Milan vince 4-2 a Frosinone e aggancia il sesto posto in classifica. Mihajlovic respira.

ritorno

LA PARTITA Grinta, rabbia e determinazione. Sono queste le tre parole che descrivono la fondamentale vittoria del Milan a Frosinone. Tre punti che permettono alla squadra, e soprattutto a Mihajlovic, di poter chiudere il 2015 con serenità e qualche sorriso in più. La serata del Matusa porta finalmente le risposte tanto attese, su tutte, lo spirito che ha contraddistinto la ripresa: quello che è spesso invece, mancato a questa squadra. Una prova di carattere che allontana per il momento dubbi e tante voci nell’ambiente. Ma sostanzialmente quella di Frosinone è stata una partita a due facce.
Già perchè nel primo tempo il Milan partito forte, finisce per poi afflosciarsi con il passare dei minuti subendo l’entusiasmo del Frosinone.  Oltre alla confusione in attacco, preoccupano le solite lacune difensive: tanti errori, tante distrazioni. Il gol di Ciofani ne è il perfetto emblema. La reazione sterile e confusionaria successiva alla rete frusinate non sarà andata sicuramente giù a Mihajlovic. Lo si capisce da quello che la sua squadra mette in campo nei secondi 45 minuti, nei quali esce tutta la voglia del Diaovlo. Il Milan fa in cinque minuti quello che non aveva ancora fatto in tutta la stagione: rimontare ad uno svantaggio. E lo fa con tenacia e personalità degne di una squadra affamata che non lascia nemmeno le briciole agli avversari. Lo si vede dalla grinta di Abate, che dopo aver realizzato il suo primo gol stagionale, riporta il pallone a centrocampo dopo averlo recuperato caparbiamente dalla rete. Il pareggio non serve, lo sanno tutti. E allora ci pensa il solito Bacca a completare la rimonta, con il nono gol in stagione. Il colombiano è ormai una certezza e sempre più attore protagonista della compagnia rossonera. Bene anche Honda e Bonaventura, che nella ripresa hanno fornito una prova di qualità dando una marcia in più a tutta la manovra.
Peccato per il finale di gara, che dopo il terzo gol di Alex, ha visto i rossoneri abbassare la guardia e farsi ancora una volta sorprendere dal Frosinone. Un po’ di sofferenza negli ultimi minuti, che Bonaventura decide di far terminare in pieno recupero fissando il risultato sul definitivo 4-2:  è sesto posto in classifica. Il Milan dovrà ripartire dal secondo tempo di questa sera, cercando di limare gli errori e le distrazioni che da troppo accompagnano questa squadra. Ma ora è il momento di staccare la spina e ricaricare le pile, e a Mihajlovic finalmente di respirare.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy