Gigio salta l’esame di maturità, la commissione:”Grave mancanza di rispetto”

Gigio salta l’esame di maturità, la commissione:”Grave mancanza di rispetto”

Il giovane portiere fa parlare di sè in ogni caso, anche al di fuori del calcio. La professoressa Frojo reputa irrispettoso il comportamento del ragazzo, volato invece ad Ibiza

Donnarumma-Milan

MILANO – Gigio Donnarumma non sopporta la pressione dell’ultimo periodo e decide di non affrontare l’esame di maturità, previsto alla fine dell’Europeo.

perin donnarumma

La dura reazione della commissione d’esame

 

Ma, come riporta Repubblica, è stata dura la risposta della professoressa Elda Frojo, presidente della Commissione d’esame di fronte alla quale il giovane portiere del Milan doveva sostenere l’esame per diplomarsi da privatista in ragioneria, all’istituto paritario Leonardo da Vinci di Vigevano: “Un comportamento che rappresenta una grave mancanza di rispetto per la scuola, per la Commissione e per gli studenti delle classi coinvolte”.

Trattamento speciale per favorire Gigio nella sua carriera da calciatore, ma…

 

“Il signor Donnarumma – ha spiegato l’insegnante, che è preside all’istituto professionale Pollini di Mortara – ha chiesto di sostenere le prove suppletive. Il Miur, giustamente, cerca di incoraggiare coloro che si dedicano allo sport ma vogliono comunque proseguire negli studi. Nel caso del signor Donnarumma si è ritenuto che la partecipazione ai Campionati Europei under 21 giustificasse la richiesta. Chiaramente questo ha comportato un rallentamento dei lavori: i colloqui d’esame sono stati interrotti per consentire all’ormai ex candidato di sostenere le prove scritte”.

Donnarumma-Milan
Donnarumma-Milan

Una grave mancanza di rispetto verso tutti

Invece Gigio all’esame di maturità non si è presentato: ha preferito andare in vacanza a Ibiza con la fidanzata. “Faccio presente che oltre al signor Donnarumma ci sono 57 candidati che stanno affrontando l’esame, alcuni dei quali hanno problemi familiari gravi. Eppure sono venuti ad affrontare le loro prove. Forse supereranno gli esami, forse no, in ogni caso non si sono sottratti”, sottolinea la presidente della Commissione . “Nessuno ha obbligato il signor Donnarumma a chiedere di svolgere le prove nella sessione suppletiva – ha concluso la professoressa Frojo -. Evidentemente lui riteneva di poter fare fronte a tutti i suoi impegni. Si sarà ricordato, poco prima di volare a Ibiza, che il giorno dopo aveva la prima prova scritta?”

Seguici anche su Telegram: scopri come cliccando qui

3

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy