Di Stefano: “Le ragioni dello slittamento del preliminare”

Di Stefano: “Le ragioni dello slittamento del preliminare”

Il giornalista: “Il mercato è nelle mani dell’attuale dirigenza”

MILANO – Peppe Di Stefano, giornalista di Sky Sport, ha spiegato i motivi dello slittamento della firma sul contratto preliminare: “Gancikoff, dopo essere tornato ieri a Milano dalla Cina, ha portato la richiesta del gruppo cinese di rimandare la firma di 15 giorni. Le ragioni sono 3: poco meno di 10 giorni fa le parti hanno trovato un accordo non per il 70 o l’80% ma per il 100%, e ci sono state modifiche sui contratti. La seconda ragione sta nei contratti stessi: testo italiano, testo inglese e testo cinese, con altro, ulteriore tempo passato. La terza, invece, stava nel capire le modalità per il movimento del denaro all’estero, dalla Cina all’Italia, e sono passati altri giorni. Si è passato dal 30 giugno al 5 luglio, poi al 7, al 12, al 15, al 20, ed ora arriveremo ad Agosto inoltrato. Ciò che è certo è che ora, se ipotizziamo una firma il 10, il 15, o il 20 o i primi giorni di settembre, fino a quella data il mercato del Milan sarà comunque bloccato, e i 15 milioni di euro di anticipo messi a disposizione dai cinesi, e parte di quei 100 per 4 anni volti a far tornare grande il Milan, non arriveranno. Il mercato attuale è nelle mani dell’attuale dirigenza e delle sue disponibilità economiche, con il fatto che il tutto passa ancora tra le mani dei cinesi”. Intanto il Milan è vicino al primo colpo…

LEGGI ANCHE LE PAROLE DI POLI

LEGGI ANCHE LE PAROLE DI MONTELLA

LEGGI SLITTA LA FIRMA DEL PRELIMINARE

LEGGI LE PAROLE DI BONAVENTURA

Ilmilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy