Curiosità, Ronaldo e quella rivelazione: “Da piccolo seguivo il Milan. Tra i miei idoli? Rui Costa”

Curiosità, Ronaldo e quella rivelazione: “Da piccolo seguivo il Milan. Tra i miei idoli? Rui Costa”

Cr7 si sbottona in una lunga intervista rilasciata in Spagna, ai microfoni di Uefa.com

ANTONELLI

MILANO – Si è concesso in una lunga intervista ai microfoni di UEFA.com. Si è sbottonato e ha fatto entrare tutti nel suo passato, nei suoi ricordi da bambino, nei suoi sogni più reconditi. Sapeva sin da quando era solo un ragazzino che sarebbe stato un predestinato e sapeva che nel suo futuro ci sarebbe stato il Real Madrid. Sognava di ripercorrere le imprese dei suoi “eroi” Luis Figo, Rui Costa e Fernando Couto, sottolineando come fosse certo che avrebbe giocato insieme a loro. Un calciofilo sin da bambino: “Seguivo un sacco di nazionale, seguivo il Manchester United, il Real Madrid, il Valencia ma anche il campionato italiano con il Milan. Sapevo che prima o poi sarebbe toccato a me. Mi dicevo: un giorno sarò anche io un calciatore e lo sarò al 100%”.

 

IL MOMENTO PIU’ BELLO: L’attaccante ha spiegato che uno dei giorni più belli della sua vita è stato quando ha fatto il suo debutto con il Manchester United e con la sua nazionale: “Esordii a Bolton con lo United e la stessa settimana ci fu anche il debuttato con la nazionale. E ‘successo tutto così in fretta. E’ stato un momento speciale nella mia vita”. 

L’EUROPEO – Ronaldo non ha dubbi: “E’ ovviamente un momento delicato, un momento speciale, perché tutto può succedere. Credo che il Portogallo sia in grande forma, e abbiamo fatto una fase di qualificazione molto positiva”, ha aggiunto CR7.

Il Milanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy