CESSIONE MILAN – Galatioto: “Siamo a buon punto”

CESSIONE MILAN – Galatioto: “Siamo a buon punto”

L’advisor a ‘La Gazzetta dello Sport’: “Vogliamo mettere in piedi un progetto serio che possa avere successo nel tempo e far felici i tifosi”

MILANO – L’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport propone un’interessantissima intervista a Sal Galatioto: “Ho la fortuna di avere un gruppo di professionisti preparatissimi, che lavorano con me da tempo, credo sia la mia vera forza” afferma direttamente da New York. “Abbiamo consolidato questo gruppo grazie a una serie di operazioni che si sono rivelate fortunate. L’idea non è soltanto quella del profitto ma di mettere in piedi un progetto serio che possa avere successo nel tempo e far felici i tifosi. A me interessa rendere un club competitivo sia dal punto di vista sportivo sia da quello finanziario. Sono queste le cose che, dopo tutti questi anni passati a fare operazioni di questo genere, ancora mi motivano” prosegue l’advisor americano dell’operazione fra il club rossonero e il consorzio di investitori asiatici.

PROGETTO AMBIZIOSO – Dal 2005 Galatioto ha partecipato a più di 70 passaggi di proprietà di società sportive statunitensi: la nuova sfida si sposta dagli USA all’Europa, o meglio, al Milan: “Innanzitutto parliamo di un club importantissimo, se non lo fosse noi non ci muoveremmo, conosciuto in tutto il mondo. Una città splendida e soprattutto un brand, quello di AC Milan, fantastico. Per ovvi motivi non posso rivelare chi sia il potenziale acquirente, dico soltanto che è un gruppo cinese che ha grandi ambizioni e che è molto, molto interessato al club. Del progetto fanno parte persone di grande livello, abbiamo progetti e idee molto interessanti, prima però dobbiamo concludere l’operazione. Direi che se le cose vanno nel verso giusto si potrebbe chiudere in sei-otto settimane”. “Un mio ex studente, del quale preferisco non fare il nome, vive a Milano e ci sta facendo da consulente in questa operazione – prosegue il capo della Galatioto Sports Partners – . Siamo a buon punto ma in questi casi è meglio non sbilanciarsi. Il calcio è uno sport che mi piace, anche se ammetto di non essere un grande esperto. A prescindere da tutto comunque la cosa che mi piace di più, e che mi motiva, è vincere e penso che un’operazione come questa possa portare grandi successi al club. Per certi versi mi ricorda il passaggio di proprietà dei Warriors. Ancora oggi ricevo email di ringraziamento da parte di fan di Golden State. I tifosi del Milan stanno facendo la stessa cosa, la mia casella postale è piena di messaggi di incoraggiamento da parte di simpatizzanti del club milanese. È bellissimo toccare con mano la passione dei fan di questa squadra“.

ilmilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy