Calabria: “Milan non piangerti addosso. Voglio giocare e Montella mi esalta”

Calabria: “Milan non piangerti addosso. Voglio giocare e Montella mi esalta”

Il classe ’96: “La finale di Coppa Italia? Mi brucia ancora”

MILANODavide Calabria è stato intervistato da Milan Tv: “Stagione? La sto vivendo in modo positivo essendo il mio secondo anno in Serie A. Sono pieno di motivazioni e sono felice di essere qui e di essere stato riconfermato. Spero di giocare tanto e dimostrare il mio potenziale. Come si riparte? Abbiamo fatto 3 gare. La prima bene, ma rischiando. Stiamo iniziando un nuovo percorso e stiamo cercando di apprendere i concetti rendendoli positivi in campo. Ci vuole tempo, ma siamo sulla buona strada. Credo che potremo fare buone cose. La partita con l’Udinese è stata brutta perché loro si sono chiusi e il gol è stato fortunato. Credo che potremmo rifarci già da venerdì. Difficoltà contro le squadre chiuse? Questo è stato uno dei problemi, ma noi dovevamo essere più veloci nella manovra. Certo non è facile affrontare queste squadre. Tu ti spingi in avanti e poi prendi gol in contropiede. Non è stato facile. Calendario? Speriamo di imporre il nostro gioco. Cerchiamo di migliorare giorno per giorno. La Samp? Loro sono in un periodo positivo, hanno giocatori importanti. Spero possano fare meno bene con noi. Mi aspetto una grande partita per portare a casa i 3 punti. Cattiveria? Il confronto con Montella è stato uno come tanti altri. Sicuramente contro l’Udinese sono mancati carattere e personalità. Ci siamo lasciati trasportare dalla partita. Qualche giocata in più potevamo farla. Siamo solo all’inizio e non dobbiamo piangerci addosso. Finale di Coppa Italia? Mi brucia ancora. C’ho sperato tanto. Vedevo un grande Milan e credevo di portarla a casa. Vedevamo loro in difficoltà e abbiamo perso per un episodio. Loro stanno passando anni d’oro e l’hanno buttata alla prima occasione. Dovevamo essere più cinici. Spero di vincerla in futuro. Passaggio della Primavera? Sicuramente qualcosa è cambiato. Sono al Milan da anni e prima era difficile esordire. Il progetto è positivo e i risultati si stanno vedendo. Tanti giovani hanno esordito. É un motivo d’orgoglio puntare sul settore giovanile. La strada è giusta. Se il gioco di Montella può esaltare le mie caratteristiche? Sì lui vuole un gioco propositivo e mi può esaltare. Io ci proverò”. Intanto arriva la brutta notizia per Montella…

LEGGI ANCHE ACCELERATA PER IL CLOSING

LEGGI ANCHE MONTOLIVO OUT, C’È SOSA

LEGGI ANCHE ACCORDO PER FABREGAS

IlMilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy