BERLUSCONI – Sinisa sale e Galliani scende

BERLUSCONI – Sinisa sale e Galliani scende

Le parole per Mihajlovic rinsaldano la panchina del tecnico, ma le colpe della società vengono sottolineate

MILANO – Non solo Di Francesco nell’edizione odierna della Gazzetta dello Sport che dedica spazio anche ad una attenta analisi delle parole di Silvio Berlusconi (Leggi qui).

MIHAJLOVIC – Secondo la rosea il presidente Berlusconi sta pensando in chiave elettorale e sappiamo come il Milan abbia spesso spostato i numeri in suo favore. “Non ho mai dato giudizi negativi su di lui” ha detto l’altro giorno, ma in realtà non è proprio così. Nei mesi ne sono arrivate di critiche e di punzecchiature. Nel girone d’andata i complimenti all’Atalanta, dopo la gara contro il Frosinone aveva detto a dei ragazzi dell’oratorio: “Siete fortunati ad avere padre Matteo come allenatore” e infine quel “Da qui a fine anno deve vincerle tutte”. La squadra e i tifosi sono con il tecnico, stanchi dell’ennesimo anno zero che si sta lentamente materializzando. Berlusconi allora potrebbe pensare di tenere il tecnico anche perché i grandi tecnici come Conte o Ancelotti non sono disponibili.

GALLIANI – Le colpe sono anche della società che non è stata capace di fare un mercato all’altezza. Questo è evidente a tutti ormai da anni. La programmazione è spesso mancata e il mercato fatto all’insegna dell’occasione o del regalo. Le colpe sia chiaro non sono tutte di Galliani, che forse ha toppato sul mercato ma si è dovuto sempre adeguare ai dettati provenienti da Arcore.  Dalla scelta Seedorf ai tanti esoneri voluti da Berlusconi le colpe sono condivise. La riconferma di Mihajlovic e una programmazione avviata già adesso però potrebbero cambiare il futuro rossonero o quantomeno è quello che si augurano tutti.

Ilmilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy