Aubameyang, quell’incontro segreto a Milano…

Aubameyang, quell’incontro segreto a Milano…

Il retroscena sull’attaccante del Borussia Dortmund spiega la tanta attesa del Milan, che aspetta ancora la decisione del giocatore

MILANO – Il Milan ha un sogno, che si chiama Pierre-Emerick Aubameyang. Ce la sta mettendo tutta il club rossonero per portare il giocatore al servizio di Vincenzo Montella.  La data tanto attesa sta per arrivare: meno cinque giorni, poi il mercato cinese sarà chiuso e si allenterà la tensione dovuta alla pressione del Tianjian per i giocatore: in un caso o nell’altro il 15 luglio si farà un sospiro di sollievo e si guarderà avanti, conosenza Aubameyang.

Aubameyang Milan

L’appuntamento Milan-Borussia Dortumund  è fissato in Cina

Intanto appuntamento in Cina con il Borussia Dortmund: magai proprio in occasione dell’amichevole si potrebbe  sbloccare qualcosa. C’è ancora speranza: dopo quella proposta monstre da circa 30 milioni di euro a stagione l’attaccante francese avrebbe dovuto accettare ad occhi chiusi, se fosse stato convinto. Ma non si sa mai, i rilanci sono sempre dietro l’angolo, e il club asiatico non vuole lasciarsi scappare il tanto bramato rinforzo dall’Europa.

 

Milan, si lavora intanto alle cessioni

Il Milan in questi giorni giorni intanto ha a che fare anche con importanti situazioni da chiudere per fare un po’ di cassa in entrata: da Bacca, diretto molto probabilmente verso il Marsiglia, a Niang, conteso tra Torino e Premier League, passando per Lapadula, che potrebbe rientrare in qualche trattativa in fase di delineazione: forse proprio quella di Lucas Biglia con la Lazio. Per Suso invece il discorso per ora è estremamente delicato: è del Milan, ma ha un contratto non lungo in scadenza nel 2019 che in qualche modo dovrà essere prolungato, sempre che decida di restare in rossonero.

aubameyang

L’incontro segreto a Milano per Aubameyang

Nel frattempo il Milan, da gennaio e quindi prima del closing, ha fatto almeno cinque-sei viaggi per Aubameyang: Mirabelli da solo, Mirabelli e Fassone in coppia, Fassone da solo. Fino allo scorso maggio, quando c’è stato un incontro  molto segreto dalle parti di Milano, come riporta Alfredo Pedullà sul suo sito. Un faccia a faccia con l’attuale direttore sportivo rossonero che il giocatore farebbe carte false (si fa per dire!)

Già ai tempi dell’Inter Mirabelli avrebbe voluto prenderlo per 40 milioni di euro, la valutazione dell’epoca. Ma oggi metterebbe sul piatto una cifra quasi il doppio più alta. Anche l’ingaggio è altissimo: se la decisione di Aubameyang fosse quella di trasferirsi a Milano, il club menenghino sarebbe disposto persino ad accontentarlo nell’ingaggio, arrivando fino a a 8-8,5 a stagione più bonus.

kalinic milan
kalinic milan

Il piano B del Milan

Eppure quel faccia a faccia milanese ha incoraggiato il club perché il ragazzo tornerebbe anche volentieri, complice anche l’ottimo rapporto dei dirigenti rossoneri con il padre. Ma il rischio resta, e per questo il Milan non abbandona il piano B, che si chiama  Kalinic. Il croato ha invece già manifestato la sua voglia di Milan, ma bisogna chiarire prima bene la situazione.

Seguici anche su Telegram: clicca qui e scopri come

3

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy