Ancelotti rompe con lo spogliatoio, spunta la clausola per il suo addio

Ancelotti rompe con lo spogliatoio, spunta la clausola per il suo addio

Il tecnico del Bayern Monaco affronta un momento sicuramente non facile all’interno del club: sono tante le voci di una sua partenza in vista della mancata vittoria della Champions League

MILANO – Non è bastata la vittoria al debutto in Champions League per il Bayern Monaco: la tensione è molto alta in casa dei tedeschi e Ancelotti potrebbe lasciare la squadra già nel 2018.

 La posizione del tecnico infatti non è più così solida. Il Bayern, secondo quanto rivelato dalla tv americana ESPN, al termine della stagione potrebbe esercitare una clausola con cui liberarsi automaticamente dell’allenatore in caso di mancata vittoria della Champions League. Una vittoria che tuttavia a Monaco di Baviera manca dal 2013, quando in panchina sedeva ancora Heynckes, e non portata a casa neanche da un certo Pep Guardiola.
ANCELOTTI milan

L’indiscrezione sulla clausola Champions, ovviamente, ha alimentato le voci su una rottura sempre più vicina tra Ancelotti e il Bayern, considerando anche i numerosi problemi all’interno dello spogliatoio già da questo avvio di stagione. L’ultimo caso è scoppiato proprio durante il debutto in Champions League quando, al momento del cambio, Ribery è esploso lanciando la maglietta contro la sua panchina.

Un gesto sicuramente evitabile ma in parte difeso anche dal compagno Boateng: “Franck aveva fatto un’ottima partita ma viene sostituito, posso capire la sua reazione”.

Seguici anche su Telegram. clicca qui e scopri come

3

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy