Amichevole amara per il Milan: il Betis la spunta al Massimino

Amichevole amara per il Milan: il Betis la spunta al Massimino

Buoni gli inizi di primo e secondo tempo, ma alla fine vincono gli spagnoli 1-2

calhanoglu-milan-betis

CATANIA – Bonucci capitano, André Silva prima punta, Calhanoglu e Suso insieme dal primo minuto e il caldo ad avvolgere tutti i 22 in campo: Montella prova il suo Milan 2.0 al Massimino di Catania, contro il Betis. Una partita cominciata bene in entrambe le frazioni di gioco, ma finita male.

PRIMO TEMPO

Milan subito in pressing, tra Calhanoglu e Suso la difesa del Betis balla pericolosamente. E siamo solo al primo minuto di gioco. Poi il fraseggio in verticale, il bel lancio di Montolivo per André Silva che a tu per tu con Gimenez strozza il tiro, che viene deviato da un difensore in angolo. Borini, sul seguente calcio d’angolo, sfiora il gol di testa. Una partenza sicuramente incoraggiante del nuovo Milan di Montella. Un’ingenuità di Calabria porta a uno squillo del Betis, ma il tiro non impensierisce Storari. Calabria però quando deve offendere lo fa bene, e si intende a meraviglia con Suso. Ma è dal piede di Calhanoglu che all’undicesimo minuto arriva il primo goal rossonero di André Silva. Che poi però, dopo aver consultato il VAR, Doveri annulla.

Da sottolineare la forma di Borini, autore di un buon primo temo, che al 19′ costringe Guardado a un fallo da ammonizione. Poi i ritmi si abbassano, gli spagnoli ci provano di testa ma non trovano il goal. Dopo il cooling break, succede poco o nulla. L’afa non aiuta il ritmo, Borini cade e sembra infortunato, ma poi si rialza. Al 40′, un lampo: occasione per sbloccare il match è sui piedi di Calabria, il cui tiro all’interno dell’area viene però smorzato da un avversario. Gimenez respinge. Ancora Calabria spaventa la difesa, senza però trovare l’aiuto di un compagno: il suo assist, al 41′, finisce nel vuoto.  Il Milan spinge, ma non trova il gol. Squadre a riposo: di sicuro, niente the caldo.

Davide Calabria

 

 

 

 

 

 

 

SECONDO TEMPO

Dentro Antonio Donnarumma e Abate, fuori Storari e Antonelli, con Calabria che si sposta a sinistra: inizia la seconda frazione di gioco. Montella passa al 4-2-3-1, con Calhanoglu dietro ad André Silva. Al 3° minuto della ripresa, proprio l’attaccante portoghese, dopo una buona transizione offensiva con Locatelli e Abate protagonisti, prova il tiro da fuori: Gimenez devia sopra la traversa. Al 5′ il colpo di testa di Bonucci non impensierisce l’estremo difensore del Betis, che blocca la sfera. Suso prova a illuminare, ma gli spagnoli si chiudono bene. Ma il Milan è partito di nuovo bene, al rientro dagli spogliatoio: pressing continuo per i primi dieci minuti del secondo tempo. Locatelli, nel frattempo, giganteggia in mezzo al campo. Il giovane centrocampista si è comportato bene nel corso di tutta l’amichevole. Quest’ultimo lascia il campo al 17′, insieme a Suso, Zapata: dentro José Mauri, Kessié e Gustavo Gomez.

Il Betis prende coraggio, conquista metri e al 67′ trova il gol: grandissimo sinistro da fuori di Fabian Ruiz, che si infila sotto l’incrocio. Antonio Donnarumma non può niente. I rossoneri provano a reagire, con Calhanoglu che fa piovere palloni all’interno dell’area avversaria. E con il suo piede, al minuto 73, mette in mezzo il pallone da calcio d’angolo che va verso Gustavo Gomez che viene tirato giù: calcio di rigore. Sul dischetto va André Silva, che incrocia il destro e spiazza Gimenez: 1-1 al Massimino.

Al 79′, Joaquin tenta il destro da fuori, ma senza successo. Con il suo velenoso destro, Calhanoglu mette in mezzo di nuovo per Gomez: il suo colpo di testa finisce però tra le braccia del portiere avversario. Fuori Montolivo, dentro Cutrone: Montella cerca la vittoria. Ma è il Betis ad affacciarsi verso la porta rossonera, al minuto 85: punizione dal limite di Joaquin deviata dalla barriera, ottima risposta di Antonio Donnarumma che la devia in angolo. Interviene però il VAR ad aiutare Doveri: la deviazione era arrivata da un tocco con il braccio di Calhanoglu. Rigore per il Betis, che viene realizzato da Sanabria nelle battute finali dell’amichevole: due a uno per la squadra spagnola. Il risultato non cambia, Doveri fischia la fine. Il Milan esce sconfitto dal Massimino. Queste le parole di Montella a fine partita: CONTINUA A LEGGERE

 

SEGUICI SU TELEGRAM: CLICCA QUI!

 

Ilmilanista.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy