L’affare Milan-Morata va in porto grazie alla Cina

L’affare Milan-Morata va in porto grazie alla Cina

Il trasferimento dell’attaccante del Real Madrid si può fare grazie alla cessione dei diritti d’immagine in Oriente: è così che si pagherebbero i sessanta milioni di euro al Madrid e otto milioni annui al giocatore

Di Delia Paciello

MILANO – Il Milan vuole Alvaro Morata. Questa volta fa sul serio: entro luglio la squadra sarà praticamente completata, anche perché poi ci saranno i preliminari di Europa League. E così il calciomercato impazza: già presi Musacchio e Kessié, praticamente fatta per Biglia, ora tocca all’attacco.

Biglia-lazio

 Morata è da tempo il sogno rossonero, che potrebbe realizzarsi con lo spagnolo in rotta di colisione con il Real Madrid e desideroso di tornare a giocare in Italia, sebbene sia seguito anche da diversi club di Premier League. E non solo: l’affare Morata potrà servire al Milan per attrarre nuovi top player e lanciare un chiaro segnale, ovvero che il Diavolo vuole tornare grande.

Nelle ultime ore sembrano risolti anche i numerosi problemi relativi al suo trasferimento in rossonero: il freno principale da parte del club milanese era dovuto al grosso sforzo economico rischiesto sia per l’ingaggio del giocatore che dal suo attuale club, il Real Madrid, disposto a cederlo per non meno di sessanta milioni di euro. Ma la soluzione potrebbe arrivare dalla Cina: in tal caso Alvaro potrebbe accontentare la sua Alice, desiderosa anche lei di tornare in Italia insieme al suo fidanzato.

 

Ecco come pagare il trasferimento di Morata: i suoi diritti d’immagine in Cina

Fassone-Yonghong-Han

L’accelerata nelle ultime verso Morata è dovuta ad un progetto molto ambizioso che è nei programmi del Diavolo ha in mente un progetto ambizioso: l’offerta di sessanta milioni di euro al Real Madrid e otto milioni di stipendio al giocatore sta per diventare realta. Il contretizzarsi dell’esborso economico è dovuto a un escamotage ben preciso: l’affare Morata-Milan sarà possibile grazie alla cessione dei diritti d’immagine del giocatore in Cina.

Infatti la fama dello spagnolo in Oriente è un fattore importantissimo per poter gestire al meglio la situazione: Alvaro ha uno stile riconoscibile e qualche milione di fan sui social. E così una parte dello stipendio dell’attaccante sarà liquidata proprio in Cina, e ciò renderà più agevole il colpo di mercato.

 

La volontà di Morata

MORATA

Alvaro Morata avrebbe deciso di accettare la corte del Milan grazie all’offerta generosa del club rossonero: un quinquennale da circa 8 milioni l’anno comprensivi di bonus. Davanti a questa proposta il centravanti spagnolo avrebbe così ceduto alla voglia di coronare il suo sogno: tornare a giocare in Italia e accontentare così anche la volontà della sua fidanzata, conscio anche di non aver assicurata la maglia da titolare restando in Spagna. A Milano invece sarebbe il leader del nuovo progetto.

Ora Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli dovranno chiudere il patto con il Real: il club spagnolo sa di  di non poter trattenere il giocatore contro la propria volontà. Il Milan sembra ora disposto a pagare la cifra richiesta grazie al nuovo progetto in Cina: con i 60 milioni pronti sul tavolo, il passaggio di Alvaro Morata sembra ormai vicino, tanto che potrebbe avverarsi già nella settimana successiva alla Finale di Champions che i merengues disputeranno contro la Juventus il 3 giugno a Cardiff. 

Arrivare a Morata per sedurre altri obiettivi

L’acquisto di Morata sembrerebbe diretto anche ad attirare in rosa altri top player. L’obiettivo, insomma, è duplice: rafforzare la squadra e, contemporaneamente, invogliare altri top player a sposare la causa rossonera. Anzi questo sarebbe già successo, secondo il quotidiano spagnolo As, con Mateo Musacchio, il quale sarebbe stato informato prima del suo arrivo ufficiale al Milan del probabile acquisto dell’ex Juventus.

MUSACCHIO
Non c’è dubbio comunque che il club rossonero si stia giocando tutte le carte a sua disposizione per costruire un progetto in grado di riportare in breve tempo la squadra ad alti livelli.

La concorrenza su Morata

Conte
Il Milan dovrà però fare attenzione alla forte concorrenza, soprattutto straniera. Il Chelsea di Antonio Conte è l’indiziato numero uno: il forte legame tra Morata e l’ex-tecnico della Juventus è molto forte, e potrebbe essere decisivo per la scelta del calciatore. Ma anche il Manchester United di José Mourinho, orfano di Zlatan Ibrahimovic, sembra sulle tracce dello spagnolo: i blancos trattano col club spagnolo anche la cessione di David De Gea. Per entrambi i club, in ogni caso, la disponibilità economica non è certo un problema.

Dalla Spagna: Morata avrebbe già scelto

Secondo alcune autorevoli voci spagnole, il giocatore avrebbe comunque già le idee chiare: ha scelto il Milan. Bisognerebbe solo formalizzare l’affare con il club, cosa già in programma dopo la finale di Cardiff.

Intanto dopo tanti dubbi arriva l’ufficialità di Kessie…CONTINUA A LEGGERE

3

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy