8 cose da sapere su Ricardo Rodriguez

8 cose da sapere su Ricardo Rodriguez

Conosciamo meglio Ricardo Rodriguez, il nuovo terzino a disposizione di Mister Montella.

di Redazione Il Milanista

Un giocatore importante. Giovane, ma con un bagaglio d’esperienza internazionale di assoluto valore. Stiamo parlando di Ricardo Rodriguez, l’ultimo arrivato in casa Milan. Dopo Musacchio e Kessie, infatti, Vincenzo Montella potrà contare sul terzino svizzero per la prossima stagione. E allora andiamo a conoscerlo meglio, attraverso 8 curiosità.

ricardo-rodriguez-milan

1- PRECEDENTI
Faceva parte della rosa dello Zurigo 2009-10 che incontrò il Milan nella fase a gironi di Champions, pareggiando 1-1 in casa e addirittura vincendo 1-0 a San Siro. Ma in quelle due occasioni, Rodriguez non andò mai nemmeno in panchina.

2- MODELLO
Nonostante sia mancino e giochi a sinistra in difesa, il suo modello è Dani Alves.

3- RECORD
Nella stagione 2013-14 ha fatto registrare una media di passaggi-chiave a partita di 2.3, superiore a quella di Pirlo in Serie A. E anche una media di dribbling positivi pari a 2.6, più di Cristiano Ronaldo (il Pallone d’Oro di quell’anno).

4- PREMIO
Nel 2014, grazie al brillante Mondiale in Brasile – ha giocato tutte le partite della sua Nazionale, uscita agli ottavi con l’Argentina dopo i tempi supplementari -, è stato votato giocatore svizzero dell’anno (2014).

5- RIGORE PORTAFORTUNA
Ha realizzato il primo rigore della serie nella finale di Supercoppa di Germania 2015 – poi vinta dai suoi – contro il Bayern Monaco.

6- UN GOL “REAL”
È andato in gol nella penultima partita della storia che il Real Madrid ha concluso senza segnare: Wolfsburg-Real Madrid 2-0 del 6 aprile 2016, nell’andata dei Quarti di finale di Champions League.

7- IL MONDIALE
Ha vinto il Mondiale Under 17 del 2009 (l’unico titolo mondiale calcistico conquistato dalla Federazione svizzera) in una squadra che comprendeva anche Xhaka, Seferovic e Kasami (ex Palermo). Nella Fase a gironi superò 1-0 il Brasile di Alisson, Coutinho, Casemiro e Neymar; agli Ottavi 4-3 (primo gol di Rodriguez) alla Germania di Gotze, Ter Stegen e Mustafi; ai Quarti 2-1 all’Italia di Perin ed El Shaarawy; in semifinale surclassò 4-0 (quarto gol di Rodriguez) la Colombia che aveva Murillo come centrale difensivo.

8- LA FAMIGLIA
Suo fratello Roberto, di due anni più grande, ha giocato nel Novara nella stagione 2015-16 (portava anche lui la maglia numero 34) e attualmente gioca nello Zurigo. Nel weekend del 7 novembre 2015 hanno segnato entrambi nelle rispettive partite, contro Lanciano e Borussia Dortmund, dedicando i loro gol alla madre Marcela, da poco scomparsa. Ha anche un altro fratello, Francisco, 21 anni, trequartista del Lucerna.

Fonte: acmilan.com

Intanto grosse novità sul mercato in uscita…CONTINUA A LEGGERE

Ilmilanista.it

2

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy