AscolteRai – Repice: “Il Milan è guidato meravigliosamente da Gattuso. Bakayoko? Giocatore impressionante. Sulla corsa Champions…”

AscolteRai – Repice: “Il Milan è guidato meravigliosamente da Gattuso. Bakayoko? Giocatore impressionante. Sulla corsa Champions…”

Il commento di Francesco Repice su Lazio-Milan

di Redazione Il Milanista

Di Simone De Bari

MILANO – Il giornalista Francesco Repice ha parlato in esclusiva ai nostri microfoni, nell’ambito della rubrica “AscolteRai“, commentando la partita giocata ieri dal Milan all’Olimpico contro la Lazio.

Sig. Repice, ieri il Milan ha conquistato un punto importante in uno scontro diretto, nonostante le molteplici assenze. Che impressione le ha fatto la squadra rossonera?

“La mia impressione è che il Milan sia una squadra guidata meravigliosamente dal suo allenatore. Gattuso, oltre ad essere un bravissimo tecnico, è anche una persona straordinaria. Quella rossonera è una squadra addestrata come poche a far fronte a qualsiasi difficoltà, e ieri ce n’erano tantissime. Nonostante le assenze, la squadra ha resistito compattandosi nei momenti più delicati, riuscendo ad affondare quando si è presentata l’occasione. Non è semplice trovare uno spogliatoio così unito col proprio allenatore. Poi, se qualcuno evitasse di intervenire sempre per parlare di lui, sarebbe meglio”.

Si riferisce alle parole del Ministro Salvini?

“Sì, ma non solo. All’interno della società c’è stato qualche problema; Gattuso è uno di quelli di cui si parla sempre perché è uno che si presenta in una certa maniera, dicendo le cose come stanno. Magari davanti alla telecamera non ha lo charme di altri personaggi, ma per me è il valore aggiunto di questo Milan”.

Ieri abbiamo assistito ad una grande prestazione da parte di un giocatore che recentemente è stato molto criticato: Bakayoko.

“Quelli che lo criticavano non avevano capito che il suo problema era legato solamente alla forma atletica. Io lo vidi giocare all’Europeo dal vivo e mi fece un’impressione incredibile; sembrava che giocasse da solo contro tutti. E’ un giocatore di una forza superiore. Qui in Italia sta imparando a giocare il pallone a due tocchi, ma soprattutto sta imparando a giocare con la squadra”.

Il tecnico della Lazio, Simone Inzaghi, è stato molto criticato per aver sostituito Milinkovic. Lei che ne pensa?

“Io Milinkovic non lo farei mai uscire; anche negli ultimi minuti ti può dare una grandissima mano nel gioco aereo ed è sempre bravo a creare gli spazi per andare in gol. Dispone della qualità necessaria per inventarsi qualcosa. Tuttavia, Inzaghi ha detto di averlo fatto uscire perché, essendo già ammonito, rischiava l’espulsione; noi, dal canto nostro, possiamo solo credere alle sue parole”.

Quale squadra vede favorita nella corsa Champions?

“La Roma sicuramente. Se pensate che in tredici partite ha raccolto la miseria di diciannove punti, ed è ancora a meno quattro dal quarto posto, con tutto il potenziale che si ritrova può tranquillamente risalire la classifica. Quando imparerà a stare sul pezzo, pensando solamente al campo, allora potrà tornare ad occupare la terza o quarta posizione”.

Giovedì si torna in campo in Europa League; è fiducioso sul superamento del girone da parte del Milan?

“Sì, sono assolutamente fiducioso perché, come ho detto prima, vedo una squadra totalmente unita con il proprio allenatore. Voglio sottolineare che mettere due terzini a fare i difensori centrali, posizionare un terzino come esterno di centrocampo, far giocare su settanta metri di campo uno che nasce attaccante, è qualcosa di incredibile. E Gattuso lo riesce a fare. Il Milan è a buonissimo punto, per cui sono molto ottimista sul passaggio del turno”.

Ma intanto, annunciati 3 colpi: CONTINUA A LEGGERE

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy